Nati il 28 Febbraio

Nascere il 28 Febbraio: entusiasmo ed energia

Il numero 28 viene considerato dalla numerologia esoterica alla stregua di un 10, in virtù del fatto che 2+8 = 10.

Come noto dal 22 in poi la numerologia esoterica va a sommare le cifre che compongono il numero in questione.

Il 10 costituisce una sorta di nuovo inizio: in effetti dopo il 9, cifra che conclude un ciclo, se ne apre un altro con il 10 che infatti viene considerato un nuovo 1, rafforzato e potenziato.

Il 9, dal punto di vista geometrico, viene considerato come un cerchio perfetto, il 10 invece come un cerchio al cui centro è riportato un punto: in pratica una ruota.

L’aggiunta di un semplice punto al centro di un cerchio trasforma infatti quest’ultimo in una ruota: potremmo dire che qualcosa di statico, il cerchio, diventa mobile.

Le persone che hanno il 10 nella data di nascita hanno proprio bisogno di “mobilità”, di passare all’azione, di rottura della staticità.

Queste persone hanno un’esigenza davvero profonda di prendere in mano le redini della propria vita.

L’universo è in continua trasformazione, il cambiamento perenne è l’unica regola, non sono dati altri appigli se non quello del movimento continuo.

Le persone con il 10 però sembrano essere terrorizzate dai cambiamenti e vivono quello che si potrebbe definire una sorta di blocco infantile: essi messi di fronte ad un cambiamento provano ad ignorarlo e si aspettano che qualcuno risolva la questione per loro conto.

Un po’ come accade ai bambini che attendono l’intervento del genitore.

Pur di non prendersi la briga di intervenire in prima persona, con l’avanzare dell’età, essi sviluppano interi sistemi di pensiero, filosofie dettagliate e complesse: l’importante è che essi, alla fine della speculazione mentale, siano esonerati dal compito di agire.

In molti casi essi sviluppano un certo fatalismo o una fede incrollabile in Dio che li porta a pensare che sarà il Creatore di ogni cosa a risolvere i loro problemi.

Seppure il loro spirito religioso sia senza dubbio encomiabile, essi sono spessi mossi più dalla loro voglia di non agire che non da sincera fede e sottomissione al volere divino.

Molto spesso questi individui sono perfettamente coscienti che un loro intervento potrebbe risolvere la situazione in breve tempo, ma temporeggiano, si fanno atti di auto-sabotaggio e in conclusione si bloccano.

L’universo in qualche maniera sembra generoso con loro e gli offre continuamente la possibilità di fare quel primo piccolo passo, quell’azione iniziale che poi li porterà a prendere in mano la propria vita.

Le persone che hanno il 10 nella loro data di nascita hanno sempre a portata di mano la possibilità di rilanciarsi, di mollare il loro fatalismo e le varie filosofie che giustificano l’inazione.

Quello che serve è soltanto vincere la resistenza che sentono in quel primo atto di volontà pura, poi le cose, una volta che si sono messi in moto, diventeranno per loro di una facilità disarmante.

Tra gli Arcani Maggiori del mazzo dei Tarocchi la carta numero 10 è quella de La Ruota della Fortuna.

L’idea alla base della ruota è chiaramente connesso con i concetti di impermanenza, cambiamento continuo, spostamento, movimento, scorrere del tempo.

I più acuti studiosi di questa carta mettono in evidenza che in essa vi sono tre figure importanti dal punto di vista simbolico: quella a destra che rappresenterebbe l’aspetto intellettuale e mentale dell’essere umano, quella a sinistra invece l’aspetto corporale e fisico, mentre quella in alto è un rimando alla parte più alta e spirituale.

Nel caso in cui la carta de La Ruota della Fortuna esca in una stesa di Tarocchi è importante, per decifrarla in maniera approfondita, tenere presenti alcuni concetti e parole chiave: movimento incessante dell’universo, rinnovamento, nuovi cicli, evoluzione, soluzioni.

Se questa stessa carta dovesse entrare nella stesa, ma in senso rovesciato, le parole chiave e i concetti da tenere come riferimento per la lettura sarebbero ben diversi: vicoli ciechi, difficoltà, blocchi, problemi, ostacoli.

Le persone nate il 28 Febbraio sono governate dal punto di vista planetario dal Sole, il luminare che tutte le tradizioni astrologiche associano all’ottimismo, all’energia e alla positività.

La grande energia creativa proveniente dal Sole andrebbe gestita in modo da farla fluire con regolarità e l’influsso contemporaneo di Nettuno, pianeta che governa il segno dei Pesci, offre un carattere estremamente romantico e piuttosto alla ricerca di continui “effetti speciali”.

I nati in questo giorno

I nati il 28 di Febbraio hanno dalla loro parte un entusiasmo fuori dal comune che finisce per contagiare tutte le persone che si trovano nel loro cammino.

Essi infatti sono sempre pieni di energia e assumono atteggiamenti positivi, vigorosi. Ciò non sempre giova loro poiché quando prendono una direzione sbagliata essi non se ne rendono conto e procedono a tutto gas.

Il loro entusiasmo e la grande dotazione di energia di cui dispongono li rendono infatti molto produttivi e dinamici, oppure distruttivi: dipende dalle circostanze.

Agendo sempre sulla breccia di questa carica positiva essi dovrebbero imparare a governarsi e controllare la direzione intrapresa, prima di lanciarsi al galoppo.

Sarebbe opportuno inoltre, per i nati in questo giorno, imparare a concentrare le loro energie straordinarie su obiettivi precisi evitando di disperderle in troppe occupazioni differenti.

La Salute

I nati il 28 Febbraio non sembrano essere del tutto coscienti della propria parte corporale ed è quindi opportuno che facciano frequenti controlli medici per evitare di trascurare sintomi di qualcosa che può essere curato prontamente.

A tavola si dimostrano delle buone forchette e non tendono ad esagerare, ma sarebbe importante che sviluppino anche una passione per la cucina: questo aspetto si adatta molto alla loro personalità e contribuirà alla salute psicofisica.

Dal punto di vista delle attività fisiche sono molto raccomandate tutti gli sport e sarebbe anche opportuno affiancare all’attività scelta anche una disciplina meditativa.

Il Santo del giorno

Il ventottesimo giorno, del secondo mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a San Romano di Condat, abate vissuto tra quarto e quinto secolo che in Francia portò avanti la vita eremitica diventando ispirazione per molti monaci.

Consiglio del giorno

I nati il 28 Febbraio dovrebbero nutrire il loro lato profondo e contemplativo.

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Scopri di più da Numerologia Esoterica

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Hai bisogno di aiuto?