Nati il 13 Gennaio

Nascere il 13 Gennaio: ascesa e determinazione

Il 13 è un numero molto particolare che richiama connessioni tutt’altro che piacevoli: tradizionalmente infatti si dice che questo numero porti sfortuna. Ma c’è molto di più dietro a questo numero: si pensi che esiste una vera e propria fobia in merito, la triscaidecafobia, ovvero la paura del numero 13.

Pare che all’origine di questa tradizione che non vede di buon occhio questo numero, ci sia il famoso Venerdì 13 Ottobre 1307, quando Filippo IV di Francia ordinò di arrestare tutti i Cavalieri Templari.

Si noti che la data coincide perfettamente per i nati in questo giorno, ed essendo questa una data piuttosto cupa per la cristianità, il 13 sarebbe diventato un numero legato alla malasorte. In altre culture questo numero è invece segno di buon auspicio.

Secondo la numerologia esoterica il 13 è un numero legato all’elemento Terra, una terra in perenne movimento, piena di energia. È senza dubbio uno dei numeri che ha una valenza spirituale più profonda: se il 12 rappresenta la fine di un ciclo, la coscienza si rovescia e rimane sospesa per un attimo, una sorta di pausa prima di passare oltre.

Tutte le finzioni sembrano sparire in questo attimo simboleggiato dal numero 13, ci si libera in esso da tutte le cose inutili, non necessarie. È un momento di “taglio”, di liberazione, anche doloroso, ma assolutamente necessario per progredire.

Proprio per queste ragioni questo numero è spesso associato alla morte: essa infatti rappresenta tradizionalmente un momento di sospensione tra due mondi, in cui si passa per un brusco taglio da tutte le cose materiali per poi aspirare ad una fase successiva.

È questo, secondo molte culture, un momento in cui la personalità viene ripulita e rimane in ombra, l’individuo raggiunge uno stato “diminuito” per prepararsi ad un passaggio più importante.

Non a caso la tredicesima carta degli Arcani Maggiori è proprio “La Morte”. Molto spesso i mazzi non mettono nemmeno il nome a questo Arcano che viene chiamato confidenzialmente “la carta senza nome”.

Solitamente è rappresentato da una figura scheletrica che è intenta a navigare su una piccola barca. Questo è ovviamente un rimando simbolico al ruolo della morte di traghettatore delle anime, dal mondo all’aldilà.

Nella Divina Commedia questo ruolo era svolto da Caronte. In fondo è proprio la morte che rappresenta perfettamente quel momento di sospensione, tra questo mondo e l’altro. Una fase in cui ci si libera dalle zavorre del mondo e ci si prepara a un altro stato di coscienza.

Dal punto di vista dei significati questa carta è legata alla fine di qualcosa, alla pulizia radicale, al mutamento, al cambiamento, alla rivoluzione, alla trasformazione profonda, ad eliminare tutto ciò che va ad impedire l’evoluzione.

Qualora la carta de “La Morte” si presenti nella stesa in senso invertito è da interpretare come un simbolo di pigrizia, di ira, di sonno, di letargia, di speranze distrutte, di odio, di violenza.

Dal punto di vista planetario invece, i nati il 13 Ottobre, sono legati ad Urano che è un pianeta allo stesso tempo ondivago ed esplosivo ed è importante che essi imparino a dominare l’influsso uraniano.

La connessione tra l’influsso di Urano e quello di Venere, che governa il segno della Bilancia, può portare a sviluppare relazioni amorose non convenzionali, piuttosto strane e fuori dagli schemi.

 

I nati in questo giorno

I nati il 13 di Gennaio vivono in un’eterna ascesa, alla continua ricerca di una certa stabilità economica. Il loro obiettivo è solitamente una posizione agiata in cui possano finalmente sentirsi sicuri.

Nascono in questo giorno anche persone che già ereditano una posizione di benessere, ma solitamente il tema dell’ascesa nella posizione sociale è centrale per chi nasce il 13 di Gennaio.

Una volta raggiunta una posizione solida si assicurano di non permettere a nessun evento di riportarli alla posizione sociale di partenza, anzi, provano vergogna per le proprie origini e cercano spesso di nasconderle.

Non fa loro molto onore questo atteggiamento che li vede credere soltanto nei ceti finanziari più alti in cui si identificano completamente. A volte il tema dell’ascesa si esprime in maniera “filosofica”, si potrebbe dire.

Essi infatti traducono questo importante argomento in un miglioramento continuo di sé stessi dal punto di vista umano e non si risparmiano nemmeno per gli altri: si trasformano spesso in punti di riferimento ed in veri e propri sostegni per gli le persone che vogliono migliorare la propria mente e la propria interiorità.

Sanno essere ottimisti e sono dotati di grande memoria, queste caratteristiche saranno molto utili quando si troveranno a motivare gli altri. Questa loro vera e propria fissazione per il miglioramento è legata ad una specie di ossessione che li vede contestare la loro posizione nel presente.

Essi vivono una sorta di disagio perenne nell’essere dove sono, e questo li spinge in avanti, ad un eterno progresso. Si evidenzia però una certa insicurezza di fondo che li porta molto spesso a non ammettere i propri errori e a difendere posizioni anche indifendibili talvolta.

L’orgoglio è per loro un problema grave, poiché se dovessero rinunciarci anche solo per un momento si sentirebbero in una posizione d’inferiorità: e questo è per loro inaccettabile.

 

La Salute

I nati il 13 Gennaio si prendono cura molto della propria saluta, soprattutto in tarda età. Addirittura arrivano all’eccesso andando a sottolineare fin troppo ogni più piccolo sintomo e affidandosi ai consigli medici anche quando non ve ne sarebbe alcun bisogno.

A tavola i nati in questo giorno dovrebbero dividere il loro fabbisogno con più pasti distribuiti nella giornata, in moda da ricevere tutto quello che serve senza appesantire troppo lo stomaco e l’apparato digerente.

Ovviamente è raccomandata una dieta leggera che si incentri soprattutto su verdure ed alimenti freschi e naturali. Per quanto riguarda l’attività fisica è consigliabile concentrare i propri sforzi nello sviluppare l’elasticità del corpo.

 

Il Santo del giorno

Il tredicesimo giorno, del primo mese dell’anno è dedicato nel calendario cristiano a Sant’Ilario di Poitiers, vescovo e dottore della chiesa vissuto nel IV secolo d.C.

 

Un ultimo consiglio

I nati il 13 Gennaio dovrebbero rilassarsi considerando che la sicurezza assoluta è una grande illusione.

 

 

Clicca qui per vedere tutti i giorni di nascita

Lascia un commento

Scopri di più da Numerologia Esoterica

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading

Hai bisogno di aiuto?